DIRITTO E NORMATIVA SOCIALE DELL'UNIONE EUROPEA

Docenti: 
Crediti: 
6
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEA (IUS/14)
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

ITALIANO

Obiettivi formativi

L’insegnamento si propone di fornire le basi concettuali per comprendere, analizzare e interpretare il sistema giuridico dell’Unione europea con specifico riferimento alla cittadinanza quale elemento catalizzatore dei diritti sociali dell’individuo. Con queste premesse, sarà quindi possibile discutere i seguenti snodi critici: a) i diritti sociali nelle ipotesi di mobilità transfrontaliera; b) l’affievolimento dei diritti sociali quale conseguenza della crisi economica; c) l’intervento dell’Unione europea a salvaguardia dei diritti sociali nel post-pandemia di Covid19.

Contenuti dell'insegnamento

Origine ed evoluzione del processo di integrazione europea. Valori e obiettivi dell’Unione. Allargamento e recesso. Focus tematico 1: le fonti esterne dei diritti sociali: la Carta sociale europea e il Patto internazionale sui diritti economici, sociali e culturali. Le competenze: i principi di attribuzione, di sussidiarietà e di proporzionalità. Focus tematico 2: le competenze in materia di diritti sociali. Il quadro istituzionale: 1. Il Parlamento; 2. La Commissione; 3. Il Consiglio e il Consiglio europeo. Il sistema normativo. I Trattati. La Carta dei diritti fondamentali. Focus tematico 3: il Titolo V della Carta e il principio di solidarietà. Il diritto derivato. La procedura legislativa ordinaria. Il rinvio pregiudiziale. La cittadinanza e la libera circolazione delle persone. Focus tematico 4: i diritti sociali e la mobilità transfrontaliera. Il Pilastro europeo dei diritti sociali. Focus tematico 5: la crisi economica e l’affievolimento dei diritti sociali. Focus tematico 6: i diritti sociali nell’Unione europea nel post-Covid19.

Bibliografia

G. Strozzi, R. Mastroianni, Diritto dell’Unione europea. Parte istituzionale, 8° edizione aggiornata, 2020, Giappichelli.
Capitolo 1 (par. 1-9, 9.4, 9.5); capitolo 2 (par. 1-4.5, 5, 6, 8.7, 11-11.1); Capitolo 3 (par. 1-3); Capitolo 4 (par. 1-3, 5-6, 10-16), Capitolo 5 (par. 9-14), Capitolo 6 (par. 10-12).
Ulteriori materiali didattici (normative e sentenze) saranno caricati di volta in volta sulla piattaforma Elly.

Metodi didattici

Le lezioni frontali sono dedicate all’illustrazione delle nozioni fondamentali dell’ordinamento dell’Unione europea risultante dai Trattati istitutivi, dagli strumenti di diritto derivato e dalla giurisprudenza della Corte di giustizia. L’interazione tra il docente e gli studenti, attraverso un dialogo costante, è promossa attraverso la discussione e l’analisi congiunta di casi concreti, volta a favorire un confronto costruttivo, nel rispetto della terminologia tecnica appropriata.

Modalità verifica apprendimento

Esame orale. La prova orale si articola in tre domande, con l’obiettivo specifico di verificare: a) la conoscenza delle nozioni di base; b) la capacità di collegare le nozioni di base tra di esse, alla luce dello sviluppo dei diritti sociali nell’ordinamento giuridico dell’Unione europea; c) approfondire aspetti specifici della materia.