PSICODINAMICA DELLE RELAZIONI FAMILIARI

Crediti: 
9
Settore scientifico disciplinare: 
PSICOLOGIA SOCIALE (M-PSI/05)
Anno accademico di offerta: 
2017/2018
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Al termine del corso gli studenti devono manifestare
- la conoscenza delle dinamiche relazionali presenti nel ciclo vitale della famiglia con particolare riferimento alle dinamiche delle nuove forme familiari nel contesto attuale e dei quadri teorici su cui si fondano;
- la capacità di applicare le loro conoscenze alla professione di Assistente Sociale, nella presa in carico e nella gestione della relazione di aiuto con famiglie in difficoltà che si rivolgono spontaneamente o che sono inviate al Servizio.
• la capacità di raccogliere e interpretare informazioni sulle dinamiche familiari in modo da sviluppare valutazioni sui casi in autonomia, tenendo conto anche della dimensione etica
• la capacità di comunicare queste informazioni, sia nella relazione con gli utenti che nell'ambito delle équipe multidisciplinari;
• lo sviluppo di capacità di apprendimento necessarie sia per operare con un corpo sistematico di conoscenze teoriche, di una base metodologica e l’uso di strumenti professionali specifici, sia per intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso affronterà il tema della famiglia e delle sue evoluzioni nella società odierna. Approfondirà le dinamiche familiari che ne caratterizzano il ciclo di vita, con particolare riferimento a specifiche aree quali:La separazione e il divorzio. Le famiglie ricomposte, Famiglie migranti, la tossicodipendenza, la famiglia e la disabilità psichica e fisica; la famiglia multiproblematica e la trasmissione intergenerazionale; il maltrattamento all’infanzia

Bibliografia

BIBLIOGRAFIA DI BASE

o L. Fruggeri, Famiglie, Carocci, 1997, Roma
o M. Malagoli Togliatti, A. Lubrano Lavadera, Dinamiche relazionali e ciclo di vita della famiglia, Il Mulino, 2002, Bologna
o C. Van Cutsem Le famiglie ricomposte, Raffaello Cortina editore, 1998

APPROFONDIMENTI ( di cui un testo a scelta completo obbligatorio)

Il testo prescelto sarà oggetto di una relazione redatta dallo studente, per un massimo di 8 cartelle, che dovrà pervenire all'indirizzo mail fornito dal docente, 15 giorni prima della data d'appello prescelto, e costituirà argomento d'esordio per la prova d'esame. La relazione dovrà contenere gli elementi metodologici e teorico-pratici salienti illustrati nel testo. Lo studente dovrà connettere le tematiche contenute nel testo selezionato a proprie riflessioni sul tema.

o Maria Grazia Attili, Attaccamento e amore, Il Mulino, Bologna, 2004
o S. Cirillo, R. Berrini, G. Cambiaso, R. Mazza, La famiglia del tossicodipendente. Tra terapia e ricerca. Raffaello Cortina, 2017, Milano
o S. Cirillo, Cattivi genitori, Raffaello Cortina, 2005, Milano
o L. Fruggeri, Diverse normalità. Psicologia delle relazioni familiari, Carocci, 2005, Roma
o T. Bertotti, Bambini e famiglie in difficoltà, Carocci, 2012 Roma.
•L. Volpini , Valutare le competenze genitoriali, Carocci Faber,2011, Roma
•S. Cirillo Il cambiamento nei contesti non terapeutici Cortina, 1998

MATERIALE DIDATTICO
Nel corso delle lezioni verrà diffuso, da parte del docente, materiale didattico a supporto dei contenuti delle lezioni medesime

Metodi didattici

LEZIONE FRONTALE e LAVORO IN GRUPPO
Durante le lezioni verranno discusse le problematiche generali connesse ai temi della psicopatologia delle relazioni familiari. Il corso sarà affiancato da lavori in gruppo, simulate, role playing, scultura, brainstorming, genogramma familiare, osservazione della psicologia relazionale nel linguaggio filmico. Sarà integrato inoltre da seminari teorico-operativi condotti da assistenti sociali su temi specifici.
In apertura dell'insegnamento, il docente curerà la verifica delle conoscenze pregresse connesse alla disciplina, accompagnando gli studenti, all'acquisizione di quel sapere di base utile al fine dell'affrontamento della disciplina medesima.

Modalità verifica apprendimento

ESAME ORALE-
La valutazione finale verrà effettuata in forma orale al fine di verificare :
1) la conoscenza maturata dallo
studente sugli argomenti trattati nel corso
2) la capacità di effettuare opportuni collegamenti tra gli argomenti trattati nel corso e tra questi e altre discipline
3) la capacità di individuare gli elementi rilevanti sui quali basare giudizi professionali sulle tematiche e i problemi affrontati e discussi lezione e a tirocinio
4) la capacità di applicare le conoscenze apprese alla pratica professionale svolta nel tirocinio
La valutazione è considerata sufficiente qualora lo studente dimostri una piena conoscenza dei concetti di base e delle tematiche affrontate a lezione, nonché una sufficiente capacità di effettuare collegamenti e di riflettere su quanto appreso.

Nel corso del semestre si effettueranno verifiche dell'apprendimento, senza voto, concernenti argomenti trattati durante le lezioni. Gli studenti, organizzati in piccoli gruppi, esporranno, tramite l'utilizzo di supporti informatici, approfondimenti delle suddette tematiche.

Altre informazioni

Il corso sarà integrato da seminari teorico-operativi condotti da Assistenti Sociali sui temi:
• La famiglia del tossicodipendente
• La famiglia con disabilità psichica e fisica
• La famiglia mal-trattante e l’allontanamento del minore

ORARIO DI RICEVIMENTO
Previo contatto via mail, con il docente per fissare l'appuntamento, il ricevimento avverrà successivamente la conclusione delle lezioni